Psicologo Vicenza

Consulta la mappa e contatta lo psicologo per un colloquio a Vicenza

Consulta la mappa e contatta lo psicologo per un colloquio a Vicenza Mobile: 347.6474401 Consulta la mappa e contatta lo psicologo per un colloquio a Vicenza Contatta lo Psicologo

Dott. Damiano Pellizzari
Psicologo, Psicoterapeuta, riceve a Vicenza
Viale Milano, 74 - Vicenza
Telefono 347.6474401

Iscritto all'Albo degli Psicologi della regione Veneto. Iscrizione N 3567

Psicologo Vicenza: il dott. Pellizzari, nel suo studio ubicato a Vicenza, si occupa di tutti i principali disturbi psicologici: casi di depressione, problematiche riguardanti il disturbo d'ansia, incontri di psicoterapia di coppia, ecc.

Il dott. Pellizzari si occupa anche di disturbi sessuali (ad esempio: vaginismo, impotenza, eiaculazione precoce, ecc.).

Ha realizzato, e mette a disposizione gratuitamente per i propri pazienti, alcuni Test online di psicologia, test che valutano situazioni di depressione, ansia, eiaculazione precoce ed affinità di coppia.

Ha attivato lo Sportello di Ascolto Psicologico Gratuito, attivo su tutto il veneto.

Psicologo Vicenza. Ha deciso di svolgere la funzione di Psicologo economico allo scopo di venire incontro alle persone in difficoltà.

Ultime pubblicazioni del Dr. Damiano Pellizzari:

Consulta la mappa e contatta lo psicologo per un colloquio a Vicenza Mobile: 347.6474401 Consulta la mappa e contatta lo psicologo per un colloquio a Vicenza Contatta lo Psicologo

Il contadino nella "terra dell'anima" e il nuotatore nel "mare della vita"

Quando ero bimbo dopo la scuola andavo spesso con uno zio e una schiera di cugini nei campi, un po' si giocava, un po' si dava una mano. L'ambizione dei più piccoli non appena le gambe erano sufficientemente lunghe per arrivare alla frizione e all'acceleratore era guidare il trattore, un vecchio Stayer verde, dei primi anni cinquanta, monopistone, dal rumore simile al suono di un tamburo suonato a tempo quattro quarti. Facevamo a turno, un po' di tempo al volante, un po' al rastrello o alla forca per raccogliere il fieno. Per i lavori più difficili come, arare, seminare, o tagliare l'erba ci accontentavamo di stare seduti nei parafanghi delle ruote posteriori o in piedi nella barra orizzontale del gancio traino.

Il tempo passato mi diventa presente, lo spazio di quei campi lo sento dentro di me. I semi di quei ricordi ora fanno germogliare le mie riflessioni. In un chicco di frumento c'è il pane che mangiamo, nel pane la vita, nella vita le relazioni, nelle relazioni la società, nella società l'istruzione e la cultura, nella cultura la storia e le tradizioni, nelle tradizioni le arti e i mestieri, nelle arti e i mestieri il contadino e il panettiere.

Spesso per un fatto di "economia mentale" vediamo le cose, le persone, e il mondo come separate tra loro, è più difficile pensare alla "rete della vita" come ad una interdipendenza, ad una miriade di relazioni circolari di causa-effetto, dove la causa contiene già l'effetto e l'effetto contiene già la causa. Una automobile ferma, per esempio, ha in sé la causa del suo movimento e il movimento contiene la possibilità di fermarsi.

Anche un disagio psicologico ha dentro le soluzioni per stare meglio. Un proverbio recita: "Un giorno la paura bussò alla porta, la speranza andò ad aprire ... non c'era nessuno". Il nostro modo di porci nei confronti della vita ci dà gli strumenti per essere felici o infelici. Il mare un giorno è agitato, un altro calmo e placido proprio come la nostra esistenza. Le onde sappiamo che ci saranno sempre, allora è il mare che ci annega o siamo noi titubanti nel nuoto? I surfisti vanno in cerca delle onde più alte; questo per dire che molte persone godono di più ad affrontare le sfide più ardue della vita ma anche che ognuno di noi può quotidianamente affrontare le proprie avversità se in fondo al proprio animo coltiva l'idea che può essere artefice della propria felicità. Spesso invece ci sentiamo in balia del vento, delle condizioni esterne o interne a noi, ma anche una barca a vela se guidata da un capitano competente sfrutta il vento, prendendo velocità e direzione.

Forse non è sufficiente una pastiglia per far diventare la persona con una difficoltà psicologica un "buon nuotatore" o un "capitano competente". La pillola conferma in fondo l'idea che sono cause esterne (l'ambiente) o interne (la chimica cellulare) a provocarci disagio. Un percorso psicoterapeutico, una ricerca spirituale-religiosa, interessi culturali, impegno sociale e lavorativo, buone relazioni possono essere degli strumenti "terapeutici", degli allenamenti che ci permettono di migliorare le nostre abilità di "nuotatori" nel mare della vita o di essere dei bravi "capitani" in grado di dirigere la barca spinta dal vento verso il benessere e la felicità.

La felicità, il benessere vanno coltivati proprio come fa il contadino. Prima di seminare bisogna preparare il terreno, ararlo, concimarlo poi si semina, si irriga, si tolgono "erbacce" e parassiti infine c'è il raccolto, che diventa nutrimento, sostentamento, vita che si modifica e rinnova.

Certe azioni o scelte che abbiamo "seminato" tanti anni fa ce le ritroviamo germogliate ora, come se quei semi fossero stati solo adesso bagnati dalla pioggia. Una persona conosciuta qualche anno passato si fa viva con un sms o una telefonata trasformando un grigio pomeriggio da Buona Domenica in TV, in un film di piacevoli ricordi, emozioni che ci risvegliano il desiderio di rincontrarci per fare qualcosa di bello assieme. Un saluto gentile potrebbe seminare la causa per ricevere un sorriso nel momento in cui stai passando un problema serio. Configuriamo processi per il nostro stare bene e il nostro stare male. Il presente è già futuro quello che seminiamo oggi lo raccoglieremo domani perché nel seme c'è il frutto e viceversa.

Lo psicologo è un contadino nella "terra dell'anima", semina nuove idee dopo avere preparato il terreno, ne raccoglierà i frutti ma lascerà alla persona il piacere di mangiarli. Può essere paragonato anche ad un istruttore di nuoto che da le "dritte giuste" affinché l'allievo impari a stare a galla, ad affrontare le onde e magari a diventare un campione.

Mappa per raggiungere lo Psicologo a Vicenza


Psicologo Vicenza
Contatta il dott. Damiano Pellizzari

Nome e Cognome*

e-Mail*

Telefono

Messaggio o richiesta*



Per contattare il dott. Damiano Pellizzari puoi chiamare il numero 347.6474401 e prendere un appuntamento oppure inviare privatamente una mail compilando il modulo. *campi obbligatori

Iscriviti alla Newsletter

Nome e Cognome:
Mail :
Commento:
Mittente
Nome:
Destinatario
Nome:
e-Mail:
Messaggio:
Condividi